Trial delle Nazioni 2018 DIARIO - INFOTRIAL

Vai ai contenuti

Menu principale:

Trial delle Nazioni 2018 DIARIO

Gare e calendari
 


 

29 Settembre 2018


Trial delle Nazioni
Diario di cinque giorni vissuti intensamente insieme alla squadra italiana
con foto inedite

 
 
 
 

Tre piloti, i migliori due risultati per zona validi ai fini della classifica.

Una gara ed una festa che chiude la stagione agonistica, con l'assegnazione del titolo di migliore squadra quella del Trial delle Nazioni.

A Sokolov in Repubblica Ceca si è svolto il Nazioni maschile e femminile, con numerose compagini provenienti da tutto il mondo.

 
 

La maggior parte dei partecipanti arrivavano dall'Europa, ma si sono presentate anche squadre come gli Usa, Australia, Giappone e per la prima volta il Messico, gruppo che ha guadagnato fin da subito le simpatie del pubblico correndo nella classe International, che assegna un trofeo e non il titolo iridato.

L'Italia ha presentato sia la compagine maschile composta da Gianluca Tournour, Luca Petrella e Matteo Grattarola, che quella femminile con Alex Brancati, Martina Gallieni e Sara Trentini.

 
 

Quello che state leggendo è il diario del Trial delle Nazioni 2018 della nostra nazionale.

Tutto ha inizio giovedì 20 settembre quando i piloti e staff partono da casa per il primo appuntamento all'autoporto di Brescia, dove su uno dei due furgoni FMI vengono caricate le moto.

Da qui la carovana si sposta verso l'Off Road Park di Pietramurata dove alle 12 è previsto il pranzo.

Terminata la sosta, la nazionale parte in direzione Karlovy Vary dove alloggerà fino a lunedì mattina.

Sono quasi le 21 quando il gruppo arriva al ristorante italiano scelto per consumare le cene in terra ceca.

 
 

Venerdì dopo la colazione ci si sposta a Sokolov, circa 20 minuti la separano da Karlovy Vary.

Sbrigate le formalità per recuperare i pass, la fase successiva vede la compagine tricolore all’opera per far prendere forma al villaggio Italia, mentre gli appassionati in giro nel paddock sono in cerca di autografi e una foto.

(in foto l'ampio lago e parco che ha ospitato il paddock)

 
 

L'ora di pranzo arriva in fretta con dei buonissimi spiedini che vanno a ruba.

Consumato il pasto ben presto arriva il momento delle operazioni preliminari e verifiche tecniche alle moto.

Le due formazioni si dividono, quella maschile vede Francesco Iolitta e Matteo Poli come assistenti e osservate le prime 5 no stop rigorosamente a piedi, successivamente i piloti ritornano al paddock e si spostano in area allenamento.

Le ragazze invece ispezionano tutte le prove consigliandosi con gli assistenti Davide Zaccagnini e Fabrizio Moretto.

Il sole cala e la temperatura quasi estiva lascia il posto ad una tagliente brezza, mentre la squadra riprende la strada per Karlovy Vary.

 
 

Sabato sveglia presto, colazione alle 7:30 e poi via verso il paddock dove dopo un breve riscaldamento è tempo della prima qualifica che vede impegnati due dei tre componenti del team.

Alex Brancati e Sara Trentini staccano un buon tempo e dopo un'ora anche Luca Petrella e Matteo Grattarola otterranno risultati positivi.

Il pomeriggio in attesa della seconda manche contro il tempo vede gli uomini terminare l'ispezione alle prove, mentre le ragazze prendono confidenza con il terreno reso viscido dalla pioggia che, ad intermittenza bagna zone e l'area partenza.

La qualifica femminile e maschile regala soddisfazioni con due terzi posti che significano partire per terzultimi.

 
 

Sabato sera dopo il controllo dei mezzi da parte dei piloti con Andrea Tron a seguire le operazioni, è dedicato al relax nel paddock e l'ultima sessione fotografica con momenti divertenti, come la caduta di gruppo, scherzi tra i piloti o chi come Martina Gallieni studia per preparare la discussione della tesi del martedì successivo la gara.

 
 

Dopo i rovesci e il brusco calo delle temperature del sabato, il freddo e la pioggia si accaniscono su Sokolov, con la colonnina di mercurio sotto i 10 gradi.

Le ragazze partono con il lutto al braccio per ricordare l'amica Claudia Pifferi, scomparsa il mercoledì precedente e al termine della zona quindici rivolgeranno un pensiero a lei e Giorgio Donaggio.

Le avverse condizioni meteo rendono ancora più dura la gara con in aggiunta poco tempo a disposizione per riguardare le prove modificate.

La fortuna domenica non sorride ai nostri piloti che devono accontentarsi di due quinti posti, con le ragazze ad una sola lunghezza dal 4° e rimandano l'appuntamento con il podio al Trial Delle Nazioni del 2019 che, si svolgerà ad Ibiza.

 
 
 























 
Torna ai contenuti | Torna al menu