Stop & Hop 2014 Rovegno DEFINITIVO - INFOTRIAL

Vai ai contenuti

Menu principale:

Stop & Hop 2014 Rovegno DEFINITIVO

Gare e calendari > Regionali > Liguria
 


 

17 Settembre 2014



4°prova Rovegno (Genova)

 
 
 
 

Debutto nell’organizzazione di una manifestazione agonistica per il Trial Foppiano, in Alta Val Trebbia, gruppo legato al Motoclub della Superba.

Caratterizzata da sezioni in sottobosco le otto prove da ripetersi tre volte, hanno impegnato i concorrenti che, hanno dovuto prendere confidenza con terreno di gara, particolarmente soffice nel corso della tornata iniziale.

 
 

Il quarto appuntamento Stop & Hop Trials ha visto al via anche due piloti di grido, Gianluca Tournour, portacolori del Team Spea Gas Gas.

Il piemontese ha deliziato il pubblico con passaggi da brivido ed ha chiuso addirittura il secondo giro a zero penalità.

Fresco del terzo posto nell’ultima prova del Mondiale, Andrea Riva del Team Future ha voluto provare il trial semplificato.

 
 

Dieci le categorie in gara, equamente divise tra over 16 e Juniores.

Quarto appuntamento e un altro vincitore nella TOP, classe contraddistinta dalle frecce rosse.

Presente in veste di ospite, Gianluca Tournour (19 pen.) del Team SPEA Gas Gas, attualmente al terzo posto nel torneo indoor, ha dovuto sudare sette camicie per chiudere un giro a zero penalità, risultato che non è riuscito a replicare nella tornata conclusiva a seguito di una foratura alla zona sei che non gli ha permesso di chiudere la zona.

Se per il pilota piemontese si è trattata di una vittoria facile, la lotta per la seconda piazza ha visto il trio composto da Morgan Ricci (Jotagas-Mc della Superba), Davide Delucchi (Beta Team Francesco Iolitta Racing) e Andrea Riva (Beta Team Future), terminare nell’ordine con pochi punti di scarto l’uno dall’altro (66, 69 e 73 penalità).

 
 

L’ultimo giro con il punteggio record di sole 12 penalità consegna definitivamente a Raffaele Adamo (Mc Albenga Gas Gas 50 pen.) il gradino più alto del podio nella ELITE (percorso blu), ad impensierirlo il giovanissimo Edoardo Parodi (62 pen.), genovese entrato da pochi mesi nel Gruppo Sportivo Fiamme Oro settore giovanile, che dopo le prime due tornate era a soli 4 punti Adamo.

Passato dalla Beta Evo 4 tempi a quella a miscela da sole due settimane, Leonardo Faveto (Mc della Superba) è bronzo a quattro punti da Parodi.

 
 

Sempre più serrata la lotta per la vittoria della EXPERT, Sandro Bandini (Mc Tigullio Motor Club Gas Gas 31pen.) nel primo giro riesce a prendere un vantaggio di un punto che, a fine giornata risulterà fondamentale, per garantirgli la prima vittoria stagionale.

Ad impensierirlo due giovanissimi della Juniores, Gabriele Ghiglione (Trial Team Aveto Gas Gas) oro nella tappa di Santo Stefano d’Aveto e Andrea Moretto (Mc Albenga Gas Gas), capaci di tenere a testa all’esperto Bandini.

Per Gabriele 33 penalità, mentre un secondo giro a 16 penalizza Andrea il quale chiude a 40.

 
 

Dopo due vittorie ed un terzo posto, Fulvio Malatesta fa tris a Rovegno, nella classe MASTER, il genovese del Motoclub della Superba in sella alla Beta, parte male, occupando la quarta piazza dopo il primo terzo di gara, chiude a 4 il secondo e stacca un giro a zero al terzo fondamentale per terminare a 12, una penalità in meno di Maurizio Molinaro, compagno sia di marca che di club, e due di Alberto Elta (Mc Alfieri Sherco) leader al termine del primo giro.

 
 

Nuova sfida tra Luca De Leonardis (Mc della Superba Sherco) e Domenico Lo Presti (Mc Albenga Montesa) per l’oro della DEBUTTANTI.

Lo Presti parte meglio chiudendo a 5 contro gli 8 di De Leonardis, al secondo giro arriva la risposta del genovese che, al terzo giro controlla e chiude a 19 contro i 22 del montesista.

Ad accompagnare sul podio al debutto in gara, Alessandro Merlo su Sherco portacolori del Motoclub della Superba.

 
 

Tra i giovani under 16 gli Juniores A affrontano il percorso contraddistinto dalle frecce verdi, Gabriele Ghiglione e Andrea Moretto, come avete potuto leggere in precedenza, salgono sul podio assoluto di classe, Federico Strocchio del Team Centro Italia su Beta) con 45 penalità è bronzo.

 
 

Juniores C con al via due portacolori del Trial Team Aveto su Gas Gas, Tommaso Bottini ed Alex Brancati, medesimo punteggio al primo giro (13) e a fine giornata 29 punti per Tommaso e 37 di Alex.

 
 

Primo successo Stop & Hop Trials per Salvatore Scoppeliti (28 pen.) del Team Centro Italia su Beta, in media con gli altri piloti della JUNIORES D dopo il primo giro, il genovese alleggerisce il cartellino andando a precedere il duo del Motoclub Albenga composto da Dario Doglio (Gas Gas) che termina a 38 e Alessio Lo Presti su Beta con 47.

 
 

Juniores E per Federico Bergamasco in sella alla Beta del Motoclub della Superba, 35 lo score totale del giovanissimo genovese.

 
 

Crescono le ragazze in gara, assente Martina Balducchi al via il sabato nel Trial Delle Nazioni Femminile, sul percorso giallo troviamo Alex Brancati, Micol Bettinotti e Sara Rivera, Emanuela Spadoni nel nero, Sonia Porcu tre le frecce bianche infine debutta Marta Milfa, con una Beta monomarcia.

 
 

Al termine della giornata premiazione ed estrazione di premi messi a disposizione dai supporter Delucchi Costruzioni, Carrozzeria KF, OMP, Pro Park, di una copertura Golden Tyre, ai quali si sono aggiunti i supporter di questo evento, Promotor 2, Off Road Animals abbigliamento, Blackbird Racing, Caffè Isola, Bar Pasticceria Biasotti, Panificio Biasotti e Funghi Alta val Trebbia.

Chiusura di stagione della prima edizione dello Stop & Hop Trials il prossimo 9 novembre a Verzi di Loano a due passi dal mare.


Come sempre info e iscrizioni  sul sito www.infotrial.it che, prevede un apposita sezione dedicata, con redazionali, info, classifiche e gallerie fotografiche.

Classifica

Galleria fotografica

Testo e foto Christian Valeri


 
 

PADDOCK & DINTORNI


Inedita come località di gara Rovegno, il centro della Val Trebbia ligure, ha ospitato questa prova grazie alla passione di un gruppo di trialisti che hanno formato il “Gruppo Trial Foppiano” alcuni anni fa, gruppo capitanato dalla famiglia Mori.

 
 
 
 

Partenza, operazioni preliminari e zona conclusiva presso attrezzata di Rovegno, a curare il servizio ristoro la Pro Rovegno.









 
 

Speciale confezione con logo Stop & Hop Trials per i canestrelli della pasticceria Biasotti di Rovegno.








 
 

Divertenti le t-shirt ad estrazione dalla Off Road Animals, marchio di abbigliamento in vendita presso la Promotor 2 di Genova.







 
 

Show finale per Gianluca Tournour.

Il pilota del Team SPEA Gas Gas ha reinterpretato a modo suo le pietre che componevano l'ultima sezione.






 
 

Della partita anche Andrea Riva, giovanissimo portacolori del Team Future al secondo anno di gare in moto ma, con un titolo iridato conquistato nel 2012 con la bike trial.





 
 

Prima gara per Alessandro Merlo, patron della Blackbird, azienda che produce grafiche, copertine sella ed altri particolari per le due ruote, che sono di primo equipaggiamento su Beta e Sherco, oltre che pilota al via in diverse sei giorni di enduro.

 
 

Vincitore della gara precedente, di quella di Rovegno, Fulvio Malatesta è anche dotato di una dose incredibile di fortuna, dopo essersi portato a casa la copertura Golden Tyre ad estrazione a Santo Stefano ha replicato anche a Rovegno, se non è c..o...





 
 

I commenti:

Tournour, Riva e Merlo hanno per la prima volta provato lo Stop & Hop Trials, questo il loro commento, con anche alcune considerazioni extra manifestazione.

 
 

Tournour

“Mi sono divertito, le zone mi sono piaciute e ho dovuto impegnarmi per superarle al meglio, è stato un ottimo allenamento in vista del tricolore di domenica prossima.

Ho fatto qualche errore nel primo giro, ma nel secondo sono riuscito a chiudere a zero.

Lo stop & hop è più bello da vedere per il pubblico, il pilota si diverte maggiormente e per i piloti è più facile.”

Il no stop
“Lo reputo un regolamento sbagliato, non puoi obbligare un pilota a non fermarsi in zona, il giudizio del giudice non può essere sempre identico, una frazione di secondo di fermata in più può portarti al cinque, inoltre non mi piace praticare il trial con questa formula.

Campionato spagnolo

“Il campionato Spagnolo è una sorta di Stop & Hop, perchè puoi arretrare con i piedi sulle pedane (mentre nello stop & hop il piede a terra e arretramento è penalizzato con 1 punto contro i 5 del torneo iberico ndr), inoltre il livello dei partecipanti è altissimo.

Due regolamenti no stop al mondiale e stop & hop per le gare degli appassionati?

“Al mondiale bisognerebbe tornare al trial con fermata.

Oggi i piloti che partecipano al mondiale, italiano ed indoor si trovano a doversi preparare in tre modi diversi per via dei differenti regolamenti.”

Peso minimo

“Non vedo perchè se una moto esce dalla casa costruttrice che pesa meno di 70 kg debba essere zavorrata, la mia moto ha una piccola zavorra che la porta al limite del regolamento iridato.”

 
 

Riva

“E' una bella formula di gara, arrivando dalla biketrial sono un po' più avvantaggiato rispetto al no stop, anche se devo ammettere oggi non ho guidato al meglio.

Il no stop si è confermato una formula sbagliata e per un neofita è un ulteriore limite ad iniziare a prendre parte alle gare, con lo Stop & Hop gli viene concessa maggior libertà e credo sarebbe la formula giusta per loro.”



 
 

Merlo

“Il trial mi è sempre piaciuto fin da giovane, per vari motivi non ho mai avuto modo di praticarlo, visto che mi dividevo tra enduro e lavoro.

Oggi ho provato a partecipare ad una gara e mi ha stupito positivamente l'ambiente e la professionalità organizzativa, che ho trovato in eventi di caratura ben più elevata.

Mi sono piaciute le zone, il regolamento permette di avvicinarsi al trial anche ad appassionati come me, rendendo divertente la gara grazie al regolamento di facile comprensione.”

 
 

Ci vediamo a Verzi di Loano, il prossimo 9 Novembre.

 



















 
Torna ai contenuti | Torna al menu