Scottish 2016 - INFOTRIAL

Vai ai contenuti

Menu principale:

Scottish 2016

Gare e calendari
 


 

Scottish Six Days Trials 2016


Infotrial anche nel 2016 segue la SSDT, in questa edizione sette gli italiani al via con Alessandro Merlo del Blackbird Racing Trial Team che ogni giorno racconta la sua avventura e quella dei suoi compagni nella più affascinante gara di trial mondiale.

Gli Italiani al via

Alessandro Merlo
Davide Morando
Giorgio Corrieri
Massimo Parodi
Michele Bosi
Paolo Broganelli
Paolo Lazzaroni

 
 
 


 

27 Aprile 2016


Il Blackbird Racing Trial Team alla Scottish Six Days Trials 2016



Mancano pochi giorni all'inizio di un'avventura che è il sogno di ogni trialista.

Essere al via della Scottish Six Days Trials è la massima aspirazione per un appassionato di trial. ...CONTINUA

 


 

1 Maggio 2016


Infotrial alla Scottish con il Blackbird Racing Trial Team


Infotrial seguirà attraverso i piloti del Blackbird Racing Trial Team lo svoluppo della prova scozzese.

IL VIDEO DELLA PARATA DI DOMENICA 1 MAGGIO

 
 
 


 

2 Maggio 2016


Scottish Six Days Trials 2016
Classifiche ed il racconto di Alessandro Merlo


Sette gli italiani in gara alla SSDT 2016, il migliore dopo la prima giornate e Michele Bosi 37°, Paolo Lazzaroni è 165°, Paolo Broganelli 230°, Giorgio Corrieri 234°, Massimo Parodi 243°, Davide Morando 256° ed Alessandro Merlo 268.

 
 

“Non ho mai visto così tanta pioggia, vento e freddo condensati in un solo luogo!
Nemmeno nelle gare di enduro in Polonia e Repubblica Ceca ero mai arrivato a correre in condizioni simili!”
Inizia così la cronaca della prima giornata di Alessandro Merlo in gara da oggi insieme a Paolo Lazzaroni, Massimo Parodi e Davide Morando nella Scottish Six Days Trials che vede al via anche Michele Bosi e Paolo Bonganelli.
“Fin dall’uscita dal parco chiuso i militari che curano i rifornimenti mi avevano detto che sarebbe stata una giornata molto impegnativa, non credevo fosse così dura!
Le prime diciotto miglia le abbiamo affrontate con la pioggia battente che fa male quando colpisce il viso, pensare di viaggiare senza occhiali è impensabile, il termometro segnava sette gradi ma con il vento era zero quella percepita!
Gli occhiali però limitano la visibilità e non permettono di vedere bene quando guidi a velocità limitata…
Le prime zone viste le piogge torrenziali sono state annullate, perché l’acqua del fiume era troppo alta.
Dopo questo gruppo è iniziato il giro sulle pendici del Ben Nevis, il monte più alto della Gran Bretagna.
Paolo “Bobo” Lazzaroni ha fatto gara a se, lui è il pilota che punta il risultato mentre con Davide e Massimo abbiamo viaggiato in gruppo.
E’ stato Massimo ad aiutarmi dopo essere affondato in una delle Black Hole, le buche di fango nascoste dall’erba, che caratterizzano le pendici del Ben Navis, il monte più alto della Gran Bretagna (1300 metri circa nda).
La moto è affondata fino al manubrio e senza il suo aiuto non sarei uscito, tanto più che cadendo in avanti ero finito nel fango ed ero completamente fradicio e ricoperto di melma nera.
Questo tuffo ha richiesto un po’ di lavoro inaspettato per eliminare l’acqua dal carburatore e cassa filtro, per fortuna tutto questo si è svolto nell’unico momento della giornata dove c’era un minimo di sole!
Le zone invece sono bellissime, le pietre non sono viscide e le sezioni vicino ai centri abitati sono seguite da moltissimo pubblico.
Viaggiare per ore lontano dai centri abitati ti permette di pensare e capisci che ti rendi conto di essere in un luogo unico e carico di fascino.
Oggi abbiamo timbrato le ultime zone per paura di prendere delle penalità di tempo.
Nessuna manutenzione alle moto oggi.
Ci ha stupito l'estrema efficienza e disponibilità dell'assistenza ai camion delle varie case e un paddock organizzatissimo.”
Domani seconda giornata di gara.


CLASSIFICA

IL VIDEO DELLA PRIMA GIORNATA

 
 
 


 

3 Maggio 2016


Scottish Six Days Trials 2016
Classifiche ed il racconto di Alessandro Merlo
sedondo giorno


Seconda giornata per la Scottish Six Days Trials e nuovamente pioggia e freddo.
Il migliore degli italiani è Michele Bosi 35°, Paolo Lazzaroni 256°, Alessandro Merlo 259°, Massimo Parodi 260°, Davide Morando 261°, Paolo Broganelli 269° e Giacomo Corrieri 270.

 
 

Anche oggi Alessandro Merlo ci ha raccontato telefonicamente la gara del Blackbird Racing Trial Team, mentre alle 20:15 tornava verso l’hotel sotto il diluvio.
“Giornata catastrofica oggi!
Se ieri pensavamo di aver raggiunto il massimo nella seconda giornata è andata ancora peggio!
Diluvio con pioggia ghiacciata per tutta la giornata con 160 chilometri di trasferimento!
Alle pessime condizioni meteo si sono aggiunti una serie di guasti tecnici.
Paolo “Bobo” Lazzaroni ha rotto la catena e tagliato la ruota posteriore per una lunghezza di 5 centimetri, così abbiamo montato la camera d’aria di scorta.
Davide Morando ha rotto il filtro della benzina rimanendo a secco e solo unendo le nostre scorte è riuscito ad arrivare al rifornimento.
Massimo Parodi invece ha accusato problemi di carburazione legati al mal funzionamento del tappo dello sfiato del serbatoio.
Gara durissima, molto più impegnativa di ieri.
Tutti questi guasti ci hanno fatto terminare quasi un ora dopo l’orario di arrivo, ma dentro il tempo extra di un ora.
Il paesaggio è sempre più affascinante, ieri mi ero commosso vedendo dopo più di 30 chilometri una casa, mentre oggi un Fiat Ducato mi ha riportato alla vita reale facendomi pensare –Se è qui allora non è impossibile arrivare in questo punto-

Domani terza giornata di gara.


CLASSIFICA

IL VIDEO DELLA SECONDA GIORNATA

 
 
 


 

4 Maggio 2016


Scottish Six Days Trials 2016
Classifiche ed il racconto di Alessandro Merlo
terzo giorno


Seconda giornata per la Scottish Six Days Trials con ancora pioggia e freddo a fare selezione più delle zone.
Giornata di abbandoni quelle odierna con l'unico pilota rimasto in gara Michele Bosi 40°
Fine anticipata per Paolo Lazzaroni, Alessandro Merlo, Massimo Parodi, Davide Morando, Paolo Broganelli e Giacomo Corrieri.
Anche oggi Alessandro Merlo ci ha raccontato telefonicamente la gara del Blackbird Racing Trial Team, una giornata ricca di emozione.

 
 

“Fuori gara!
Questa mattina Davide Morando non e' partito e al ritiro delle moto in parco chiuso le moto di Paolo “Bobo” Lazzaroni e Massimo Parodi avevano la tabella sbarrata (10 minuti di ritardo ieri sera) che indica di aver sforato al tempo massimo.
La mia era ok.
Abbiamo dovuto lavorare sulla mia moto per mezz'ora, smontando due volte il carburatore pieno d'acqua. Io, il piu' scarso ero in gara, e loro no…
A parte che ero ovviamente stanco, i miei compagni di avventura mi hanno sempre aiutato e io ero il solo a poter fare la gara.
Non sarebbe stato possibile e neanche giusto per questo mi sono ritirato a fine giornata.
Oggi giornata più lunga e dura di ieri.
Oltre 150 chilometri con pioggia ghiacciata, vento e tanto fango.
Molti inconvenienti alle moto di Bobo e Davide, ma li abbiamo riparati.
Sono stato in piedi sulle pedane per nove ore al massimo delle mie possibilità!
Ripensando a questi tre giorni la gara e l’esperienza Scozzese sono state per me bellissime e le ricorderò' per sempre!
Da domani seguiremo la gara da spettatori.“

Domani quarta giornata di gara.


CLASSIFICA

IL VIDEO DELLA TERZA GIORNATA

 
 
 


 

5 Maggio 2016


Scottish Six Days Trials 2016
Classifiche ed il racconto di Alessandro Merlo
quarto giorno


Quarta giornata per la Scottish Six Days Trials con tempo meno inclemente.
Continua la gara di Michele Bosi, unico italiano ancora in gara che ora occupa la 45° posizione.

 
 

I piloti del Blackbird Racing Trial Team oggi si sono dedicati al trekking.

"Oggi siamo andati a vedere la gara in questo bellissimo scenario!

Mezz'ora di trekking ma veramente meritava!!!

Domani quinta giornata di gara.


CLASSIFICA

IL VIDEO DELLA QUARTA GIORNATA

 
 
 


















 
Torna ai contenuti | Torna al menu