Mario Bernardini - INFOTRIAL

Vai ai contenuti

Menu principale:

Mario Bernardini

Gare e calendari
 


 

4 Novembre 2017


Quando la passione...
Mario Bernardini uno svizzero campione italiano


 
 
 
 

Un passo indietro nel tempo quello che si può compiere, partecipando da pilota o semplicemente come spettatore ad una gara dedicata a moto d’epoca.

Il campionato italiano riservato a mezzi vintage vede al via dei veri specialisti in sella a moto curatissime, sia esteticamente che a livello di preparazione meccanica e ciclistica per adattarsi alla guida no stop.

Come nel trial moderno troviamo varie categorie e nella classe regina, la Expert, Mario Bernardini ha conquistato i titolo tricolore2017.

Bernardini è un pilota svizzero del Canton Ticino titolare di una concessionaria Honda a Biasca, che segue personalmente la preparazione della sua Honda 250 del 1983.

Mario raccontaci un po’ dei tuoi esordi.

“La mia storia trialistica è nata a Biasca, inizialmente per il puro gusto di andare in moto, successivamente ho partecipato al campionato svizzero per una decina d’anni.”

Cosa o chi ti ha fatto avvicinare alle gare per moto d’epoca?

“Per alcuni anni ho interrotto l’attività agonistica fino a quando un giorno andando ad assistere ad una gara ho trovato un amico, Giulio Mauri, che mi ha invitato a partecipare ad una competizione con moto moderne in Italia e successivamente ad prova d’epoca.”

Campionato d’epoca con molti piloti competitivi.

“Fino a quest’anno non ero riuscito a conquistare il titolo, negli anni ho visto vincere piloti com Tabarelli, Balossi e nel 2017 ho conquistato la medaglia più ambita.”

Quante ore d’allenamento con la moto d’epoca?

“Vado molto in moto ma con quella moderna, con l’epoca mi alleno il weekend precedente la gara, ho un Honda 250 che ha misure molto vicine a quelle di una moto moderna e questo mi permette di adattarmi velocemente.”

Hai parlato di molte ore in moto, come riesci a conciliare lavoro e allenamento?

“Mi alleno tre volte a settimana, Sabato, Domenica circa 8 ore e un’uscita in settimana.
In inverno capita a volte di girare solo nel weekend per via del lavoro.”

Un vero professionista Mario Bernardini che, da buon svizzero corre con un mezzo che “gira come un orologio”.

Durante la gara mantiene sempre alta la concentrazione per tutta la giornata lasciandosi andare nella cena del sabato sera, con gli amici che compongono la famiglia dei trialisti del Campionato Italiano Epoca e come lui amano mezzi che hanno fatto la storia del nostro sport.

IL TEST DELL'HONDA by BERNARDINI

 



















 
Torna ai contenuti | Torna al menu