2014 CITI Santo Stefano d'Aveto - INFOTRIAL

Vai ai contenuti

Menu principale:

2014 CITI Santo Stefano d'Aveto

Gare e calendari
 


 

2 Giugno 2014


Campionato Italiano Trial Indoor
Santo Stefano d'Aveto
con galleria fotografica e Paddock & Dintorni


In una piazza della Rocca di Santo Stefano d’Aveto gremita, ha preso il via Campionato Italiano Indoor.

La località ligure, da sempre appassionata di trial, ha visto la manifestazione partire con mezzora di ritardo a seguito di un violento scroscio di pioggia caduto verso le 14 e 30.

 
 

Il pronto intervento del dinamico staff dei ragazzi del Motoclub della Superba sezione Val d’Aveto unito al sole tornato a splendere sulla rocca, ha permesso il regolare svolgimento della gara che dopo due ore ha decretato vincitore Matteo Grattarola, su Gas Gas del Team SPEA, autore di una prova maiuscola fin dal girone di qualificazione chiusa ad una penalità.

 
 

Matteo Poli su Ossa X4 ha chiuso secondo la qualifica con 12 punti, Filippo Locca del Team Locca Miglio terzo a 14, a seguire Gianluca Tournour compagno di team di Grattarola, Francesco Iolitta (Francesco Iolitta Racing su Beta), Michele Orizio (Scorpa Spin), Luca Cotone (Rabino Sport Sherco Italia) e Daniele Maurino (Ossa Team Future) ha chiuso la classifica dopo che si era infortunato ad un dito in allenamento (quattro punti di sutura).

In finale Grattarola ha nuovamente dominato con Filippo Locca argento e Matteo Poli bronzo.

 
 
 
 
 
 
 
 

Il tricolore indoor di Santo Stefano d’Aveto ha visto numerosi spunti per questo paddock e dintorni.

La piazza della Rocca, sede del paddock del Mondiale 2012 è stato un contesto molto scenografico, con una tribuna naturale e il ponte che porta all’ingresso del castello che hanno permesso al pubblico di vedere tutte le sezioni.

 
 

Il meteo annunciava pioggia ed ecco che i ragazzi del Motoclub delle Superba sezione Val d’Aveto, hanno coperto con teloni le sezioni dei tronchi, così da garantire il grip ideale per la gara, inoltre dopo lo scroscio di pioggia, Enrico Vazzoler armato di soffiatore, ha asciugato tutti gli ostacoli in mezzora.

 
 

Il mondiale del giorno prima ha visto i tecnici dei team lavorare al mattino per verificare che tutto fosse in ordine, così i piloti hanno corso con mezzi che rispondevano alle specifiche del torneo iridato, su tutti il peso minimo di 70 km.

 
 

Ad aprire le zone è stato Michele Orizio (Scorpa Spin) mentre a chiuderle Matteo Grattarola con la Gas Gas dl Team SPEA.

 
 

Giornata di grazia per Matteo Grattarola, il pilota valsassinese fin dal primo ostacolo ha impostato la sua gara con un solo obbiettivo, vincere! Teomat ha adottato la mappatura “Toni Bou” danzando sugli ostacoli con fare spedito e preciso, saltellando sulla ruota posteriore e regalando una retromarcia sui cubi che ha fatto letteralmente esplodere la piazza con un lungo applauso.

 
 

Per ringraziare il pubblico a fine gara Matteo ha voluto provare la zona dei cubi dove, in finale (affrontata al contrario rispetto alle qualifiche) per pochi cm non era salito in finale, non contento dopo due tentativi riusciti, voleva arrivare con l’anteriore sollevato e passare l’ostacolo in impennata!

 
 

Veloce e divertente la nuova formula di gara, piloti divisi in gruppi da due che affrontano uno alla volta le zone, accesso alla finale dei migliori tre e in due ore si è arrivati a decretare il vincitore.

 
 

Numero fuori programma per Filippo Locca all’ingresso della prima zona, al portacolori del Team Locca Miglio scivolava dalla pedana il piede destro ed affrontava il primo ostacolo con una gamba sola!

 
 

Due anni dopo il mondiale ecco perfettamente conservata la statua del trialista creata dalla ditta “il bucaneve” di Santo Stefano d’Aveto.

 
 

Stand dello Studio Zara 19 di Genova, specializzato in fisioterapia e discipline olistiche integrate, con trattamenti sul posto, inoltre area “pit stop” per cambio pannolini dei più giovani.

 
 

Miss segna punti esperte di trial, Alex Brancati (sx) ed Emanuela Spadoni (dx) hanno indicato al pubblico il punteggio dei piloti.

 
 

T shirt celebrativa per l’occasione.

 
 

Autografi a fine gara per i piloti.

 
 

Lotteria a fine premiazione, in palio numerosi premi tra i quali un cellulare e una gomma Golden Tyre.

 
 

Presenti alla premiazione i sindaci di Rezzoaglio e Santo Stefano d’Aveto per entrambi grande sensibilità per tutto ciò che è sport.

 
 

Presentata da X Moto di Genova la Moto di Ferro, special costruita a Venezia.

 
 
 



















 
Torna ai contenuti | Torna al menu